Torna in Italia il “Pugile a riposo”,
la scultura in bronzo
ritrovata a Roma a fine ‘800

ROMA – Ritorna al Museo Nazionale Romano dopo oltre tre mesi di assenza la statua bronzea Il Pugile (o Pugilatorea riposoPugile delle terme o ancora Pugile del Quirinale, dal luogo in cui è stato ritrovato nel 1885. Come riferisce Adnkrons, la splendida opera d’arte greca è stata esposta al Getty Museum di Los Angeles nell’ambito della mostra Power and Pathos: Bronze Sculpture of Hellenistic World dal 28 luglio al 1 novembre, dove ha ottenuto un ampio successo: è stata vista, infatti, da oltre 170mila persone. Ad accoglierla al rientro in Italia il soprintendente al Colosseo, al Museo Nazionale Romano e all’Area archeologica di Roma Francesco Prosperetti, il direttore del Museo Rita Paris e anche l’ex pugile Nino Benvenuti.

Il Pugile è una delle pochissime statue greche in bronzo originali ed è eccezionalmente ben conservato, tuttavia si sa pochissimo sulle circostanze del suo ritrovamento e, soprattutto, sullo scultore che la eseguì (probabilmente Lisippo o un suo allievo). La qualità dell’opera, datata intorno alla metà del IV secolo a.C. e di cui non esistono copie, è straordinaria: il pugile, colto in un momento di riposo, volta di scatto la testa, creando un forte contrasto tra il corpo rilassato e il viso in tensione. La bellezza della statua e il mistero che la avvolge, come per i celeberrimi Bronzi di Riace, ha contribuito all’interesse del pubblico nei suoi confronti: per questo motivo, l’opera è spesso chiesta in prestito dai musei di tutto il mondo.

Pugile

S.F.

Lascia un commento