Placeholder

Medioriente, tra bellezza e cultura – Anno I, Numero I

€ 3,00 EUR

In Magazzino: 79 disponibili

Codice: 17919
Inserito in.
Etichettato come, .

All’indomani delle stragi parigine si è tornato a parlare di “scontro di civiltà” ed è partita la corsa alla difesa dell’identità. Di fronte al terrore non ci si può però rinchiudere nel proprio orto e questo è il motivo di un numero dedicato al Medioriente e alla sua bellezza, perché «al male» bisogna reagire «con più democrazia e più umanità».

Non solo il Medioriente però: in questo numero, composto da 52 pagine, c’è spazio anche per la recensione della mostra dedicata a Alfons Mucha in corso a Milano, per un approfondimento sul fenomeno dell’e-waste e per uno sulla figura di Jean-Paul Sartre.

In questo numero:

  • La cultura salverà il mondo
  • Khalil Gibran: poeta militante e geniale autore poliedrico, ponte tra Occidente e Oriente
  • “La bicicletta verde”: l’Arabia muove i primi passi nel mondo del cinema
  • La grande illusione d’Egitto passa per Palazzo Yacoubian
  • Luogo di culto e bellezza artistica: la Moschea Blu di Istanbul
  • La sensuale danza orientale: eredità dell’antico Egitto e fantasia dell’Occidente
  • “Jerusalem in my heart”: l’elettronica della nostalgia
  • Dopo Parigi: cosa sappiamo dell’Isis? Intervista a Fabio Mini
  • Alfons Mucha e l’Art Nouveau a Palazzo Reale di Milano
  • E-waste: l’alra faccia del progresso tecnologico
  • Jean-Paul Sartre e l’insopprimibile peso della scelta

Sfoglia l’anteprima

 

Classe 1992 di Civate (LC), laureato triennale in Filosofia, studente magistrale in Scienze Filosofiche alla Statale di Milano. Giornalista pubblicista, direttore de "Il fascino degli intellettuali". Irrazionalmente innamorato dei borghi medievali.