Italia da scoprire – Anno I, Numero 3

€ 3,00 EUR

In Magazzino

Codice: 25844
Inserito in.
Etichettato come, .

Cultura può voler dire tante cose, ma per noi ha un significato ben preciso: proporre una visione del mondo diversa da quella dominante. Così la letteratura, la filosofia, la musica, i musei sono cultura, ma lo sono anche il cibo, uno scorcio, un paesaggio o un antico borgo – proprio perché restituiscono un’esperienza del mondo diversa dalla fruizione consumistica.

Questo numero allora è per chi anche d’estate non può o non vuole fare a meno della cultura. Quello che proponiamo in questo numero è un itinerario, da nord a sud, sulle tracce di luoghi suggestivi e lontani dal turismo di massa, ma anche aspetti meno conosciuti di posti ben noti a tutti.

In questo numero:

  • Di turismo, cultura e altre sciocchezza
  • Lago di Garda su strada: l’imperdibile nel puntinismo dei suoi diversi paesi
  • La Milano che non conosciamo: nella Brera delle case chiuse
  • “Un paese ci vuole”: le Langhe piemontesi inseguendo Pavese
  • Le valli cuneesi del Monregalese tra natura, storia e arte
  • Da Riomaggiore a Monterosso, le meraviglie delle Cinque Terre
  • «Lode all’Emilia, la più filosovietica tra le province dell’impero americano»
  • Una giornata a piedi tra e strade di Firenze: il vero museo è la città
  • Riscoprire un’Italia del passato tra il verde delle colline toscane: ecco lo splendido borgo di Pioppi
  • Musei in rete: l’esperimento vincente delle Marche
  • Il Molise c’è e si vede: un viaggio nel tempo alla scoperta del Samnium
  • Una passeggiata sospesi tra cielo e mare: il Sentiero degli Dèi in Costiera Amalfitana
  • Da Reggio a Messina, la storia passa dallo Stretto
  • Mostri, dèi e metamorfosi: le leggende d’amore che popolano la Sicilia orientale
  • Riforma delle soprintendenze: come strumentalizzare la “grande bellezza” d’Italia

Sfoglia l’anteprima

 

 

Michele Castelnovo

Classe 1992 di Civate (LC), laureato triennale in Filosofia, studente magistrale in Scienze Filosofiche alla Statale di Milano. Giornalista pubblicista, direttore de "Il fascino degli intellettuali". Irrazionalmente innamorato dei borghi medievali.