Golden Globe 2017: trionfa “La la land”

Si è conclusa da poche ore l’assegnazione dei premi Golden Globe, arrivati alla loro 74a edizione. La cerimonia, presentata dal comico Jimmy Fallon, è stata ospitata dal Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills, a Los Angeles.

Come tutti si aspettavano, La La Land ha fatto incetta di premi, confermando di essere un prodotto di qualità amato dal pubblico. Quello che forse molti non si aspettavano era un en plein: su sette candidature La La Land ha ricevuto sette globi d’oro, cosa che lo ha reso il film più premiato di sempre ai Golden Globe. Oltre al premio come miglior film commedia o musicale, La La Land ha ricevuto anche i premi per la miglior regia e la miglior sceneggiatura a Damien Chazelle, per i migliori attore e attrice protagonisti, Ryan Gosling ed Emma Stone, per la miglior canzone originare, City of Stars, e per la miglior colonna sonora originale a Justin Hurwitz. Un successo che è certamente preludio a quello che otterrà, tra poco più di un mese, agli Academy Awards.

Se nella commedia La La Land si è accaparrato tutti i premi maggiori, nel dramma c’è stata una distribuzione più equa. Il premio per il miglior film drammatico è andato a Moonlight, di Barry Jenkins. Miglior attore e attrice protagonisti in un film drammatico sono stati, rispettivamente, Casey Affleck, per Manchester By The Sea, e Isabelle Huppert, per Elle. Il premio come miglior film di animazione, invece, è andato meritatamente a Zootropolis. Un riconoscimento speciale è stato riservato anche alla bravissima Meryl Streep; pur non avendo vinto il premio come miglior attrice di un film comedy, andato a Emma Stone, l’attrice è stata insignita con il premio speciale per la carriera Cecile B. DeMille.

Tra le serie TV trionfa invece The Crown, la serie originale di Netflix, che si aggiudica il premio per la miglior serie TV drammatica e per la migliore attrice in questa categoria (Claire Foy), scalzando la “sorella” Strangers Things. Per il genere comedy si aggiudica il premio più ambito Atlanta, che conquista anche il premio per il miglior attore in questa categoria (Donald Glover).

Di seguito, l’elenco di tutti i vincitori ai Golden Globe 2017.

Per il cinema:

Miglior film drammatico: Moonlight

Miglior attore in un film drammatico: Casey Affleck (Manchester by the Sea)

Migliore attrice in un film drammatico: Isabelle Huppert (Elle)

Migliore commedia o musical: La La Land

Miglior attore in un musical o commedia: Ryan Gosling (La La Land)

Miglior attrice in un musical o commedia: Emma Stone (La La Land)

Miglior attore non protagonista: Aaron Taylor-Johnson (Animali Notturni)

Migliore attrice non protagonista: Viola Davis (Fences – Barriere)

Miglior Regista: Damien Chazelle (La La Land)

10) Migliore sceneggiatura: Damien Chazelle (La La Land)

11) Migliore film  di Animazione: Zootropolis

12) Migliore film in lingua straniera: Elle (Francia)

13) Migliore colonna sonora: Justin Hurwitz (La La Land)

14) Migliore Canzone Originale: City Of Stars di Justin Hurwitz (La La Land)

Per la televisione:

Migliore Serie Televisiva drammatica: The Crown

Miglior attore in una serie tv drammatica: Billy Bob Thornton (Goliath)

Miglior Attrice in una serie tv drammatica: Claire Foy (The Crown)

Migliore Serie Televisiva commedia o musical: Atlanta

Miglior attore in una serie tv musical o commedia: Donald Glover  (Atlanta)

Miglior attrice in una serie tv musical o commedia: Tracee Ellis Ross (Black-ish)

Migliore mini-serie o film Tv: The People v. O.J. Simpson: American Crime Story

Miglior attore di mini-serie o film TV: Tom Hiddleston (The Night Manager)

Migliore attrice di mini-serie o film TV: Sarah Paulson (The People v. O.J. Simpson: American Crime Story)

Miglior attore non protagonista (Serie tv, miniserie, Film tv): Hugh Laurie (The Night Manager)

Miglior attrice non protagonista (Serie Tv, miniserie e film tv): Olivia Colman (The Night Manager)

Articoli correlati

Condividi:

Classe 1990, nata a Milano, laureata in Filologia, Letterature e qualcos'altro dell'Antichità (abbreviamo in "Lettere antiche"). In netto contrasto con la mia assoluta venerazione per i classici, mi piace smanettare con i PC. Spesso vincono loro, ma ci divertiamo parecchio.