Scoprire il labirinto con Ifigenia

Anni fa lo studioso George Steiner annunciava la morte della tragedia, con riferimento al genere letterario e alle sue regole; il tragico però continua a essere vivo fra noi e il mondo attuale torna alle forme antiche per interrogarsi. Nel suo nuovo progetto Ifigenia, liberata il regista Carmelo Rifici, in collaborazione con Angela Dematté (produzione […]

“Come vento nell’alpe”: la concezione dell’Amore nel “Simposio” di Platone

Di certo Platone conosceva da vicino Eros. I dialoghi dedicati all’Amore, in particolare il Simposio, restano forse insuperati per la bellezza delle parole spese – che Platone, come i poeti che tanto avversava, sapeva ben maneggiare – e per il travolgimento concettuale che operano in materia erotica. Pochi si avvicinano, nella storia della filosofia, alle […]

Volo, dunque sono: la lezione di Jonathan Livingston

Una sapienza antichissima fa dell’uomo un essere manchevole, esteriormente ricoperto di un involucro difettoso. La traccia della sua perfezione non risiederebbe nel di fuori, bensì sotto il guscio dell’apparenza («nell’uomo interiore abita la verità», diceva Agostino). Plotino invitava, affinando un messaggio ben noto al mondo classico, a scavare dentro sé per recuperare la perla di […]

Siamo tutti cannibali

È delicato l’esame delle cosiddette differenze culturali, di frequente evocate dai difensori dell’identità nazionale, dei sacri confini delle patrie venerati per l’odio che generano invece che aborriti per le distanze che creano. Non regge, ad esempio, agli strumenti della storia e della filosofia, la nozione di cultura intesa come palla da biliardo, inevitabilmente proiettata allo […]

The Aviator: il risvolto profetico della determinazione eccentrica

«Homo faber est suae unusquisque Fortunae» così sentenzia Sallustio, storico e politico della Roma repubblicana, molto caro al giovane Friedrich Nietzsche. Questa frase divenne la formula con il tono di un motto su cui si fondò l’ideale dell’Homo Faber: concetto cardine dell’Umanesimo quattrocentesco. Divenne così fondamentale in quanto è espressione di una potente ideologia: l’uomo […]

Westworld: post-umano e Homo Cyborg

Westworld è una serie televisiva trasmessa da Sky Atlantic a partire da ottobre 2016. La tematica fondamentale sulla quale la serie è costruita e che rappresenta l’origine di essa è la nascita della coscienza nella creazione meccanica di androidi (termine che deriva dal greco andros che, insieme a anthropos,  indica “essere umano”), cioè il sorgere […]

Barthes e la trama del matrimonio

In La trama del matrimonio, l’ultimo romanzo di Jeffrey Eugenides, ci troviamo significativamente all’inizio degli anni Ottanta. Madeleine Hannah è una giovane e graziosa studentessa di Letteratura che rimane ferocemente attaccata a Jane Austen, George Eliot ed Henry James mentre tutti i suoi compagni divorano Roland Barthes, Jacques Derrida e studiano appassionatamente lo strutturalismo, la […]

Ricordarsi di osservare: “Palomar” di Italo Calvino, tra letteratura e filosofia

Palomar, ultimo romanzo di Italo Calvino pubblicato nel 1983, incarna forse la traduzione in prosa – anche se in quel tipo di prosa che sfiora e, per dirla con Niccolò Machiavelli, «sdrucciola» in ambiti non prettamente letterari, ma metafisici appunto – dell’ideale filosofico dell’elogio della razionalità umana. Già Aristotele ebbe modo di notare, con la sua […]

Troppo liberalismo, poca libertà:
la fine del progressismo

Mancanza di libertà per eccesso di liberalismo: sembra un paradosso, ma non lo è. La ragione sta nella complessità del significato della “libertà”: una parola capace di descrivere molteplici e diversi aspetti della vita umana e sociale, un valore che le varie culture politiche hanno declinato in modi differenti. Che cos’è la libertà? Bella domanda. […]

Sartre e “La Nausea”,
diario dell’esistenza

Jean-Paul Sartre (1905-1980), considerato uno dei maggiori rappresentanti del pensiero esistenzialista, è colui che ha dato una spinta decisiva alla considerazione dell’individuo come essere libero e responsabile delle sue decisioni. Lo scritto che incarna al meglio la prima fase dell’esistenzialismo di Sartre è senza alcun dubbio La Nausea, fase impregnata ancora di quel pessimismo e (spesso) […]