Ennesimo scempio a Pompei:
un rubinetto in ferro
su una fontana di 2000 anni

POMPEI (NA) – Ormai ci siamo (purtroppo) abituati ai piccoli scandali che scoppiano quasi quotidianamente nel sito archeologico di Pompei, ma a volte ci sono anche storie “a lieto fine”. Giovedì 6 Settembre scorso, infatti, sui social è stata pubblicata una foto sconcertante: nella bocca del mascherone della Fontana dell’Abbondanza è comparso un rubinetto in ferro e plastica, simile a quelli che si comprano per il giardino a pochi euro. Questo sistema avrebbe sostituito un rubinetto in ottone, presente da decenni ad utilizzo dei visitatori assetati, forse per evitare gli sprechi. Il tentativo è encomiabile, il risultato un po’ meno.

Per questo motivo si è subito mobilitato il gruppo di Facebook Anima Vesuviana, che ha fatto circolare le foto dello scempio creando indignazione sul web. I risultati non si sono fatti attendere e, pochi giorni dopo la sua installazione, grazie all’intervento della Soprintendenza, il rubinetto da giardino è stato rimosso, sostituito con uno in ottone, giudicato più in linea con lo stile antico della fontana. Una piccola vittoria per chi ama le bellezze di Pompei. Anche se, di ferro o di ottone che sia, un rubinetto moderno “messo in bocca” ad una scultura antica non è un piacere per gli occhi.

 

Silvia Ferrari