Before Sunrise, Before Sunset e Before Midnight: la trilogia dell’amore di Linklater

Due giovani, una francesina bionda di ritorno da Budapest (Julie Delpy) e un ragazzotto americano (Ethan Hawke), si conoscono su un treno che, attraversando l’Europa, si sta dirigendo a Parigi. È il 1995 e davanti ai nostri occhi sta per nascere quella che sarà un’intensa storia d’amore destinata a seguire le vicende di Céline e Jesse per vent’anni.

Con la sua trilogia, infatti, Richard Linklater, premiato regista di Boyhood, mostra lo sviluppo di questa romantica relazione che si dipana nel corso di tre pellicole, Before Sunrise, Before Sunset e Before Midnight, girate realmente a dieci anni di distanza l’una dall’altra, nel 1995, nel 2004 e nel 2013.

Nella prima pellicola, dunque, a farla da padrone è un sentimiento nuevo, che coinvolge i due protagonisti in una folle notte tra le vie di Vienna, da cui partirà l’indomani il volo per gli Usa di Jesse; i due parlano, tantissimo, e camminano per le vie della capitale austriaca, scoprendo la città e loro stessi. Entrano subito in contatto ed intimità, arrivano ad eviscerare i loro sentimenti più profondi, si tengono per mano e si baciano sulla ruota panoramica del luna park d’epoca del Prater,  e giacciono insieme in un parco prima dell’alba. La promessa, la mattina seguente, è quella di ritrovarsi esattamente sei mesi dopo al medesimo binario ferroviario su cui si era fermato il loro treno.

https://wondersinthedark.wordpress.com

Dieci anni dopo, Jesse è a Parigi a presentare il libro che ha scritto a partire dal ricordo di quella notte viennese. È cresciuto, è maturato, ed è diventato uno scrittore di successo. Anche Céline, che lo raggiunge da Shakespeare and Co. per un saluto dopo la presentazione, è ormai un’affascinante trentenne, che pur avendo un lavoro, ancora non riesce a trovare il suo posto nel mondo. Jesse ha lasciato negli Usa una moglie con cui non va d’accordo e un figlio, mentre lei, dice, è impegnata con un fotografo di guerra. Il fascino calamitico che li aveva attratti dieci anni prima, però, non è venuto meno, e dopo qualche esitazione iniziale, nel fiume di parole che già li aveva travolti in Before Sunrise, i due si rendono conto che il loro sentimento non è sopito. Eppure, ancora una volta, a separarli potrebbe esserci ancora un aereo in partenza per gli Stati Uniti, che decollerà prima del tramonto.

http://www.imdb.com

 

https://www.filmlinc.org

Kalamata, Peloponneso. Anno 2013. Jessie, ormai scrittore affermato, e Céline, sul punto di accettare un lavoro al governo francese, sono in vacanza insieme, ospiti da alcuni loro amici intellettuali; con loro, fino alla partenza per gli Usa, c’era anche Hank, il figlio di Jesse e della ex moglie, e le biondissime gemelline frutto della loro unione. Tra i due l’amore continua, continuano a parlare tanto, come hanno sempre fatto, ma l’età -entrambi hanno 41 anni, come ricorda Jesse, che afferma anche di aver amato solo Céline in tutta la sua vita-, il vivere quotidiano e il forte legame di Jesse col figlio di primo letto, cui vorrebbe stare più vicino, rischiano di incrinare qualcosa. In un’intensa discussione che i due hanno nel corso di quella che dovrebbe essere una serata romantica, Jesse e Céline arrivano a ferirsi verbalmente con stoccate sempre più pesanti, salvo poi ricongiungersi, dopo essersi temporaneamente separati per sbollire gli animi, al tavolino di un caffè, e, prima di mezzanotte, riconciliarsi, forti di un amore che li lega da ormai vent’anni.

http://cinema.everyeye.it

Perno della trilogia di Linklater è sicuramente il dialogo: i due protagonisti parlano incessantemente per tutto il corso delle tre pellicole e tramite la parola entrano in sintonia, si attraggono, si conoscono e, anche, si feriscono l’un l’altra.

La vicenda di Jesse e Céline, che si inserisce nel gusto di Linklater di registrare il flusso del tempo in “tempo reale”, come dopotutto fa in Boyhood, mostra con delicatezza, romanticismo ma anche con tanta realtà quelle che sono, a grandi linee, le fasi dell’innamoramento, dal colpo di fulmine, alla consapevolezza, fino all’età della maturità, donando allo spettatore quello che nel complesso è un piccolo ma preziosissimo trittico cinematografico, imprescindibile per gli amanti della settima arte.

Articoli correlati

Condividi:

23 anni, laureata a pieni voti in Lettere Classiche alla Statale di Milano, amante della grecità antica e moderna spera, un giorno, di poter coronare il suo sogno e di vivere in terra ellenica.